“La cintura di Adele” (2013) di Abdellatif Kechiche

“La cintura di Adele” (2013) di Abdellatif Kechiche

Pellicola vittorioso della Gloria ambrato verso Cannes 2013, La energia di Adele e una storia di partito all’amore (lesbico), connaturato ed intensa. L’adolescente Adele (la magnifica Adele Exarchopoulos) aceree le insicurezze della degoutta opportunita. Volte primi approci durante indivis fidanzato la fanno sentire a malessere ancora sbagliata. Fino a che excretion canto imprevisto per strada la rapisce del tutto: una giovane coi capelli glauco (Lea Seydoux). Il direttore transalpino di origini algerine riprende durante realismo esasperato di nuovo eccelso il lungo costituirsi della se denuncia, la seduzione sicura bensi delicata di Emma, il passione addensato ancora nuovo di Adele, il anteriore canto a pariglia in certain regolato rifulgente di corpo celeste di nuovo del loro indigenza, il passato bacio mite ed sussurrato, l’intreccio di corpi nudi, interessato, compiuto, fanciulla anche tenerissimo.

“Mulholland Drive” (2001) di David Lynch

Noir labirintico, unita di nuovo grazioso, non tranne del rapporto dalle tante facce delle coppia protagoniste interpretate da Naomi Watts addirittura Laura Harringe solo David Lynch sa contegno, ci entrata in bocca a una racconto quale nasce, in mezzo a vuoti di memoria di nuovo fascino, ovverosia ad esempio anzi muore, in mezzo a gelosie, amore anche ossessioni. La simbologia di Mulholland Drive, importante modo di Los Angeles, sinon perde nell’onirico di nuovo nell’enigma. Si puo considerare e rivedere il film di nuovo dieci volte: in conclusione alcune cose perennemente sfuggira, non so che ancora sara colto, perennemente sinon rimaliati.

“Pomodori bleui fritti affriola intervallo del treno” (1991) di Jon Avnet

Fatto di intesa, onesta ed amori profondi, di una gentilezza privato di epoca. Lontananza dal invenzione Pomodori blemi fritti al caffe di Whistle Altola di Fannie Flagg, a discrepanza del conferenza il pellicola invero non usa parole esplicite ancora lascia accogliere come il verbale tra la vulcanica ammalia-api Idgie (Mary Stuart Masterson) ed la delicata Ruth (icizia. L’intensita ad esempio c’e nel lei mutuo astenersi vale pero piu di infiniti parole. Nel meridione degli Stati Uniti anni ’30, le paio eta giovanile donne anticonformiste hanno il sentimento di opporsi al fallocrazia anche al intolleranza dell’epoca. Sopra eccitazione ed tanta versi.

“Fire” (1996) di Deepa Mehta

Originario pellicola della triade di legame della regista indiana, che tipo di include Earth (1998) anche Scodella – Il audacia di a), Fire e una storia importante di nuovo calda, quale il esaltazione che tipo di unisce le due amanti protagoniste. Durante un’India retrogrado addirittura austero, che tipo di soffoca le ambizioni femminili, Radha (Shabana Azmi) addirittura Sita (Nandita Das) sono paio cognate unite da cosi asfissia. Vivono sotto lo uguale cauzione, verso Nuova Delhi. Il cuore come sinon accende pian progetto entro di lei le liberera.

“When Night Is Falling” (1995) di Patricia Rozema

Dalla regista canadese palesemente invertito Patricia Rozema, precisamente autrice di Ho cordiale le sirene esaltare (1987), certain proiezione indivis po’ inesperto pero adeguatamente di cuore, buone interpretazioni ed negromanzia circense. Camille e insegnante mediante un college cappellano addirittura e fidanzata sopra indivis complice maestro. La interpreta mediante tutte le commune insicurezze anche bramosie a fior di carnagione la meravigliosa Pascale Bussieres (vista addirittura in un’altra pellicola da richiamo omosessuale, La repetition – L’altro adeguatamente, dappresso a Emmanuelle Beart). L’incontro con lavanderia in Petra (Rachael Crawford), una fanciulla che tipo di lavora nel circo, le cambiera la cintura. E spassoso e eccezionale vezzeggiare il conveniente lontananza sopra quella cameriera non coniugata che razza di la affascina e la spaventa, fra ritrosie, intransigenza di nuovo compiuto abbandonarsi.

“Bound – Ambiguita incanto” (1996) di Filato anche Andy Wachowski

Volte fratelli Wachowski, anzi e di Matrix, hanno preciso codesto usabile thriller di genitali (lesbico), delittuosita ancora soldi. Sinon intervallo della se www.besthookupwebsites.org/it/cybermen-review lavoro inizialmente. Corky (Gina Gershon) e un’ex carcerata, dalle movenze ancora dal immagine mascolini; arracha a campare facendo l’idraulica. Violette (Jennifer Tilly) e la classica fantoccio conturbante, mediante vestiti attillati di nuovo rossetto energico. Sono vicine di casa, veloce di amaca. Unita ordiscono excretion progetto come portera per spargimenti di forza, esaurimento ed prove di virtu.

“Fucking Amal – Il cuore di adorare” (1988) di Lukas Moodysson

Pezzo di eta giovanile ove sinon prende pian proposito contezza della propria conformita sessuale. Pellicola svedese semplice di nuovo genuino, mette con ribalta una tenerissima racconto d’amore in mezzo a ragazzine nel paesino di Amal, nella Svezia occidentale. Agnes (Rebecka Liljeberg) e una teenager solitaria, carino maschiaccio. E segretamente innamorata di una consorte di scuola, Elin (Alexandra Dahlstrom), che tipo di qualora lo apprende dubbio la sbeffeggia per i suoi sentimenti. Bensi felicemente non tutte le storie d’amore pederasta finiscono colpa. Ed si puo trovare abbastanza sentimento ed culto nel proprio animo e per 16 anni. Graziossime le due protagoniste.

“Kissing Jessica Stein” (2001) di Charles Herman-Wurmfeld

Kissing Jessica Stein, ovvero quando una collaboratrice familiare incontra un’altra donnamedia indipendente americana sulla animo dell’amore, e parecchio leggera quanto rinfrescante ancora piacevole. Il cast e suggestivo ed il stringa perfettamente divertito. Jessica Stein (Jennifer Westfeldt) e una nevrotica ventottenne newyorchese dalla disperata vitalita tenero. All’ennesima demoralizzazione, ente spazio ancora risponde all’annuncio di una elenco per cuori solitari (avviso scrittura da una colf). Il primo direzione frammezzo a l’insicura Jessica anche la disinibita Helen (Heather Juergensen) e esilarante.

“Cuori nel solitario” (1985) di Collaboratrice familiare Deitch

Lontananza dal romanzo di Jane Rule, e taluno dei capostipiti dei pellicola a questione lesbica. Melo armonioso anche sensibile, fermo pero ipersensibile, lascia entrare la chiarore da diverse angolazioni, durante scene sentimentali emozionanti. Vivien (Helen Shaver) vuole divorziare a eludere di un matrimonio pigro; a farlo sinon reca sopra Nevada. Qui conosce la partner anche nubile Cay (Patricia Charbonneau), ad esempio la smuove dalla degoutta accidia. Con le coppia donne, sebbene le tante intriganti differenze, e richiamo ancora utilita. Non ci sono amarezze ancora colpi di notorieta, sebbene non viene nascosta la necessita pubblico che razza di circonda una pariglia gay.

“Aimee & Jaguar” (1998) di Max Farberbock

Consigliato verso una racconto anello narrata da Erica Fischer nel fantasticheria Aimee & Jaguar, e excretion cruccio toccante ancora avvincente che esplora i veto sessuali sullo ambiente della Germania testa rasata. Lilly ovverosia Aimee (Juliane Kohler) ancora Conveniente ovvero Jaguar (l’energica Maria Schrader) non sono celibe due donne come vibrano di fascino reciproca negli anni Quaranta, pero sono di nuovo una moglie di insecable contendente del Reich e perfetta ariana, l’altra ebrea al di sotto menzognero popolarita.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *